EX INTERMEDIARI: NEL BOLLETTINO IVASS DI FEBBRAIO SCORSO LA SANZIONE PIU’ ALTA E’ DI 69.000 EURO - TuttoIntermediari

EX INTERMEDIARI: NEL BOLLETTINO IVASS DI FEBBRAIO SCORSO LA SANZIONE PIU’ ALTA E’ DI 69.000 EURO

5 Luglio 2019

Ha riguardato il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 50 occasioni e il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale.

 

Mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 50 occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale. Queste le violazioni che hanno portato l’Ivass a comminare una sanzione di 69.000 euro nei confronti della società Assi Sieve snc, con sede a Pontassieve (Firenze). E’ la multa più alta, in termini di importo, inflitta dall’istituto di vigilanza nei confronti di ex intermediari, con riferimento al bollettino di febbraio scorso.

Da segnalare anche le ammende all’indirizzo di Guido Mercanti (ordinanza inviata presso la residenza di Alba Adriatica, comune in provincia di Teramo), 38.500 euro per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 5 casi; di Giorgia Corradi (ordinanza recapitata presso la residenza di Bressanone, comune in provincia di Bolzano), 21.000 euro per non aver rispettato l’obbligo di separazione patrimoniale e le regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 6 circostanze; della società BB Brokers srl, con sede a Roma, 20.000 euro per mancata ottemperanza nei termini alle richieste dell’Ivass in 2 occasioni.

L’Ivass, nel bollettino di febbraio scorso, ha sanzionato anche altri ex intermediari, ma in questo articolo sono state riportate solo le ammende più significative in termini di importo. (fs)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scroll to top
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!