12 aprile 2018 19:09

LE BATTAGLIE DI UEA: L’ASSOCIAZIONE INCASSA GLI IMPEGNI DI SNA E BIPAR


Il riferimento è alla questione legata all’operato delle società di mutuo soccorso e dei promotori mutualistici. Recentemente il presidente Roberto Conforti è tornato sul tema.  

L’appoggio «esplicito» di Claudio Demozzi, presidente del Sindacato nazionale agenti, e l’impegno di Jean François Mossino «ad approfondire il tema all’interno del contesto europeo del Bipar (la Federazione europea degli intermediari assicurativi, ndr)». L’Unione europea assicuratori torna a parlare delle società di mutuo soccorso e dei promotori mutualistici. E coinvolge due associazioni di intermediari.

È stato Roberto Conforti (nella foto), presidente di Uea e agente Allianz, a tornare sull’argomento in occasione di una tavola rotonda che si è svolta nell’ambito della recente assemblea dell’Associazione Agenti Allianz.

Ripercorrendo le evidenze che hanno portato Uea a denunciare l’operato di questi soggetti all’Ivass, al Mise e alle commissioni parlamentari interessate, Conforti ha posto ai relatori una domanda precisa: «Come è possibile che nel momento in cui entra in vigore una normativa europea (il riferimento è alla Idd, ndr) che, per tutelare il consumatore, mira a estendere le stesse regole a tutti i soggetti che a vario titolo afferiscono alla “distribuzione assicurativa”, non si citi chi queste regole continua a eluderle, cioè le società di mutuo soccorso e i promotori mutualistici?». L’Uea intende andare avanti in questa battaglia. (fs)

© RIPRODUZIONE RISERVATA