THE DAY AFTER…

19 Febbraio 2020

Legge 157 del 19/12/2019. Assistiamo attoniti all’ennesimo provvedimento “spot” che nasce da sani principi di liberismo e muore nella palude della ignoranza di chi legifera.
La volontà di colpire la prepotenza dei poteri forti (solo di alcuni, purtroppo) si scontra con un decreto ormai legge, confuso, lacunoso, privo di modalità attuative chiare e definite che lascia alle stesse imprese che dovevano rimanere colpite, agio di accettare o rifiutare le novità che negli intenti, avrebbero dovuto incentivare acquisti e liberare risorse economiche; nella realtà, il provvedimento populista favorirà pochi e darà agio alle compagnie di invertire la tendenza storica degli ultimi anni al ribasso delle tariffe.

Ania da tempo ha alzato le mani paventando un rincaro generalizzato. La scure del malus di 5 classi si abbatterà furiosa sul disgraziato che incapperà in un sinistro pagato per oltre 5.000 euro. Entro breve, come per le classi 14 “scomparse” dopo il 2007, le compagnie concederanno la dicitura CU prevista, tariffandola in maniera differenziata e, di fatto, aggirando la normativa.

Gli oneri di tutto, ricadranno sulle agenzie, sottoposte non solo all’applicazione della normativa, ma anche alla gestione del contenzioso che ne deriverà, inevitabile, sulla base delle diverse interpretazioni delle mandanti. Certificato, autocertificazione, autorizzazione, controllo. Oneri aggiuntivi per gli intermediari lasciati all’ingrato compito di combattere tra imprese e consumatori.

Massimiliano Fantozzi, componente Redazione AGIT (Agenti Groupama Italia) Stampa

Tuttointermediari.it mette a disposizione questo spazio  che ospita quella che è la vostra opinione sulle principali tematiche  inerenti il mercato dell’intermediazione assicurativa. Perché è importante capire quale è il vostro pensiero e anche quello di chi comunque studia o ha a che fare con il mondo dell’intermediazione. Per rendere questa pagina costruttiva e finalizzata a quello che è l’obiettivo per cui è nato questo sito, l’invito è di scrivere dei testi non polemici e di fornire contributi costruttivi e idee utili al miglioramento dell’attività professionale.

Per inviare un testo potete scrivere all’indirizzo  redazione@tuttointermediari.it

 

PUBBLICATI:  “Voglio continuare a fare l’agente. Burocrazia, posta e magazzino li lascio ad altri…” – “Il futuro è solo degli specialisti” – Tema rivalsa: “Ecco qualche idea” – Sanzioni? “Ci vuole più educazione e meno repressione” –  Gli agenti scelgano se essere polli o aquile –  La professionalità dell’intermediario è un’altra cosa – Il mistero delle bancarelle scintillanti – Danni catastrofali: è vera incoscienza? – Governo superficiale sul Ddl ConcorrenzaMa chi tutela la categoria degli agenti? Chi? I prodotti venduti da banche e poste? Non sono tutte rose e fiori…LA CRISI DEL FONDO PENSIONE AGENTI: PARLANO GLI INTERMEDIARI…Ecco come battere la (futura) concorrenza delle PosteScandalo banche: gestioni separate vs gestioni scellerateProfessioni analogiche, ma acquisti virtuali L’intermediario assicurativo: il valore aggiunto dell’innovazione – 

Scroll to top
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!