SPAMPINATO: «CI ASPETTA UN TRIENNIO DENSO DI NOVITA’». E SU AUTO E WELFARE GLI AGENTI ASSIMOCO CHIEDONO…

20 Ottobre 2021

Il riconfermato presidente del Gaaassim, dopo la recente assemblea di Catania: «L’obiettivo è collaborare con la compagnia per superare le criticità. Abbiamo ottenuto risposte e ora c’è molta attesa».

 

Giuseppe Spampinato

Il Gruppo aziendale agenti Assimoco – Assimoco Vita (Gaaassim) ha scelto la continuità, dando fiducia a Giuseppe Spampinato. L’agente catanese è stato, infatti, confermato alla presidenza della rappresentanza agenziale (che conta 92 iscritti), al termine della 14esima edizione del congresso nazionale che si è svolto qualche giorno fa proprio nella sua Catania. Tuttointermediari.it lo ha intervistato.

Domanda. Che significato assume, per lei, questa conferma?

Risposta. Spesso essere riconfermati nel ruolo di presidente di un gruppo agenti è più difficile rispetto al fatto di essere eletti per la prima volta, in particolare perché si è sottoposti al giudizio del proprio operato. Nel mio caso il mandato è durato eccezionalmente quattro anni, anziché tre, a causa degli impedimenti dovuti all’emergenza sanitaria. L’assemblea di Catania, devo dire in maniera unanime, ha deciso di dare continuità al lavoro svolto e questo mi rende orgoglioso e nello stesso tempo più responsabilizzato. Il nuovo direttivo è all’insegna della continuità anche se ci sono stati tre nuovi innesti.

D. Che cosa è emerso dall’assemblea di Catania? Quali sono le principali esigenze manifestate dagli iscritti?

R. Le esigenze sono quelle di capire cosa che sta avvenendo dal punto di vista della regolamentazione normativa inerente la nostra professione di intermediari assicurativi. L’accordo siglato con Nimaja Consulting va proprio in questa direzione: comprendere ma anche ottemperare agli ultimi regolamenti e alle ultime normative che riguardano privacy, Pog, Gdpr e altro. Nel corso dei lavori, attraverso un intervento di Cgpa Europe, è stato fatto il punto anche sulla nostra Rc professionale, analizzando quelli che sono i risvolti e le nuove possibili azioni risarcitorie verso gli intermediari, quindi le nuove implicazioni che comportano la responsabilità diretta della distribuzione. Naturalmente nell’ambito dell’assemblea si è discusso e dibattuto sulle istanze che abbiamo con la compagnia.

D. Quali sono i punti salienti della mozione finale?

R. In generale abbiamo chiesto di risolvere, in tempi certi e stabiliti, quegli aspetti dove intravvediamo delle criticità. A nostro parere sarebbe necessaria una maggiore attenzione in merito alla tariffazione dei premi auto, in quanto attualmente c’è una deregulation che ci penalizza, e ai prodotti del welfare. La compagnia, su quest’ultimo punto, ci ha annunciato di aver fatto passi in avanti con Confcooperative per metterci a disposizione degli strumenti in grado di soddisfare questa nostra richiesta.

D. L’intervento in assemblea del direttore generale di Assimoco, Ruggero Frecchiami, vi ha soddisfatto?

R. Sì. Lui ha un approccio diretto e concreto. Ci ha anticipato non solo le nuove attività che la compagnia lancerà in futuro, ma ci ha garantito l’impegno a fare il possibile per la risoluzione dei problemi, esortandoci a lavorare, tutti insieme, compagnia e agenti, e a raggiungere quel livello di eccellenza a cui Assimoco aspira.

D. Che messaggio ha lanciato agli iscritti al Gaaassim?

R. Continuiamo a lavorare insieme con la compagnia, cercando di risolvere le criticità. Ci aspettiamo un triennio denso di novità dal punto di vista delle procedure, del sistema informatico e di nuovi prodotti che penso colmeranno alcune lacune attualmente presenti nella catalogo prodotti di Assimoco. Gli iscritti al Gaaassim sono rimasti soddisfatti delle risposte che sono arrivate. Ora c’è molta attesa.

Fabio Sgroi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scroll to top
TuttoIntermediari