GRUPPO AGENTI GENERALI ITALIA E IL CONGRESSO STRAORDINARIO DI BOLOGNA: L’ADESIONE DEGLI ISCRITTI E’ «FORTE» - TuttoIntermediari

GRUPPO AGENTI GENERALI ITALIA E IL CONGRESSO STRAORDINARIO DI BOLOGNA: L’ADESIONE DEGLI ISCRITTI E’ «FORTE»

12 Marzo 2019

Sono circa 750 le iscrizioni pervenute alla segreteria del gruppo. L’evento, in programma il prossimo 1° aprile, si è reso necessario per discutere della evoluzione del nuovo mandato di Generali Italia e per le conseguenti valutazioni politiche.   

Una recente riunione del consiglio direttivo del Gruppo agenti Generali Italia

Sono circa 750 le iscrizioni pervenute alla segreteria del Gruppo agenti Generali Italia (Ga-Gi), relativamente alla partecipazione degli associati al prossimo congresso straordinario convocato il prossimo 1° aprile a Bologna, come ha anticipato Tuttointermediari.it in un articolo pubblicato lo scorso 1° marzo.

«Tale forte adesione non fa che confermare la giusta scelta effettuata dal consiglio direttivo che, considerata l’importanza dell’argomento (evoluzione del nuovo mandato di Generali Italia e conseguenti valutazioni politiche, ndr) che avrà delle ripercussioni sia sulla redditività dei singoli sia sul futuro dell’agente e delle nuove generazioni, ha deciso che fosse necessario un approfondimento più ampio sulla questione, la cui trattativa, come noto, è in corso da circa tre anni», si legge in una nota.

Nella storia del Ga-Gi (e nello specifico dell’ex Gruppo agenti Generali) il congresso rappresenta una eccezione visto che, a parte quelli indetti per modifiche statuarie, è la prima volta dopo 22 anni che gli associati indicono una riunione con una valenza politica.

«Rispetto al 19 settembre 1997, quando la convocazione del congresso fu conseguenza di una forzata raccolta di firme da parte degli associati, oggi sono orgoglioso di affermare che è stato lo stesso consiglio direttivo, in completa trasparenza e responsabilità, a deliberare all’unanimità di procedere con il congresso straordinario», racconta Vincenzo Cirasola, presidente del Ga-Gi. «La massiva adesione è un atto che testimonia, oltre alla consolidata compattezza del nostro gruppo agenti, la serietà con quale si sta affrontando l’argomento del mandato unico che ha delle implicazioni sull’attività dei singoli e sul futuro di tutti noi, e che quindi necessita di un confronto aperto e sulla partecipazione di tutti».

Fabio Sgroi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scroll to top
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!