GAAG LLOYD ITALICO E UNAT – GRUPPO AGENTI GENERALI ITALIA AVVIANO IL PERCORSO PER LA UNIFICAZIONE

30 Maggio 2021

Secondo quanto reso noto dai presidenti Antonio Canu e Mariagrazia Musto, il processo che porterà a unire le forze «dovrà essere meditato, graduale e rispettoso delle peculiarità dei due gruppi e di ogni singolo associato». 

 

Da sinistra, in primo piano, Antonio Canu e Mariagrazia Musto

Il Gruppo aziendale agenti generali (Gaag) Lloyd Italico e Unat Gruppo agenti Generali Italia rompono gli indugi e uniscono le forze. Nello scorso mese di aprile si sono tenuti, quasi in contemporanea e in modalità a distanza, il congresso elettivo del Gaag Lloyd Italico e l’assemblea straordinaria dell’Unat Gruppo Agenti Generali Italia. Proprio in occasione di questi due eventi, i soci hanno votato all’unanimità due mozioni che, tra le altre cose, danno mandato alle rispettive dirigenze, «vista la totale condivisione dei medesimi principi e delle medesime pratiche e alla luce delle affinità professionali, etiche e di modello agenziale nonché della particolare sinergia nei tavoli di lavoro», di avviare il processo di unificazione fra le due rappresentanze.

«Il percorso per giungere a una definitiva unificazione con lo scioglimento dei due gruppi in un unico soggetto politico e rappresentativo avrà bisogno dei suoi tempi e dei necessari passaggi costituenti e deliberativi, ma la determinazione unanime dei colleghi che rappresentiamo ci dà di fatto e fin da subito mandato di agire, perlomeno dal punto di vista politico e di principio, come un’unica entità», ha dichiarato Mariagrazia Musto, presidente dell’Unat.

«Alla fine di questo percorso di unificazione nascerà un interlocutore della compagnia autorevole, forte, determinato e rappresentativo, snello e moderno nel metodo e nella sostanza. Un nuovo gruppo portatore di una cultura politica caratterizzata dalla schiettezza e dalla fermezza che però mai rinuncia all’onestà intellettuale, al confronto, al dialogo e al perseguimento degli interessi comuni degli agenti e della compagnia», ha affermato Antonio Canu, presidente del Gaag Lloyd Italico.

L’intenzione, si legge in una nota congiunta, è quella di dar vita a un gruppo agenti «più rappresentativo, numericamente e per portafoglio intermediato, del modello organizzativo delle agenzie professionali previsto dal mandato unico di Generali Italia».

Va ricordato come, ormai da anni (precisamente dalla fine del 2015), i due gruppi in questione collaborino attraverso Confagi, la Confederazione degli agenti generali di assicurazione di Generali Italia, costituita appunto, da queste due rappresentanze e da Anagina (gli ex agenti Ina Assitalia). La decisione assunta, dunque, non sorprende, anche alla luce di altre unificazioni avvenute in altri gruppi assicurativi fra rappresentanze di agenti anche numericamente più “corpose”.

Fabio Sgroi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scroll to top
TuttoIntermediari