EMERGENZA CORONAVIRUS E SOSTEGNO ALLE AGENZIE: ECCO UNA PANORAMICA DEGLI ACCORDI TRA GRUPPI AGENTI E RISPETTIVE MANDANTI

27 Marzo 2020

Sospensione degli addebiti delle rate di rivalsa, anticipazione degli incentivi 2019, programmi di supporto alla rete secondaria, interruzione delle azioni di riforma dei portafogli, anticipo dei rappel, aumento delle provvigioni. Sono solo alcune delle misure adottate dalle compagnie. Basteranno?

 

In queste settimane caratterizzate dall’emergenza coronavirus, i gruppi aziendali agenti si sono dati un gran daffare per avanzare alle rispettive mandanti una serie di richieste finalizzate al sostegno delle agenzie, che certamente stanno andando incontro a perdite sulla nuova produzione e provvigioni non recuperabili, con i costi fissi che resteranno, comunque, a carico delle stesse. Tuttointermediari.it, con questo articolo, ha voluto fare una panoramica di quello che sta accadendo, degli accordi raggiunti tra mandanti e reti, di quanto chiesto e quanto ottenuto dalle rappresentanze agenziali, delle iniziative intraprese autonomamente dalle compagnie.

È chiaro, in gran parte dei casi si tratta di prime misure. Che probabilmente non basteranno. I gruppi agenti contattati, infatti, lo hanno sottolineato e si dicono pronti a risedersi (figurativamente) attorno a un tavolo con i vertici della distribuzione delle rispettive compagnie per ritrattare e riconcordare gli aspetti più delicati, tenuto conto dell’evolversi della situazione in atto e della difficoltà sempre più crescente che stanno avendo gli agenti e le compagnie.

GRUPPO AGENTI GENERALI ITALIA (GA-GI) – È stato uno dei primi a muoversi, sulla base dei suggerimenti dati da Anapa Rete ImpresAgenzia, a cui aderisce, ottenendo dalla mandante una serie di agevolazioni a beneficio degli agenti. Vediamo quali: sospensione per 6 mesi dell’addebito delle rate di rivalsa; anticipazione degli incentivi 2019; sospensione del pagamento delle partite finanziarie scadute e in scadenza (per esempio accolli di debito, piani di rientro finanziamento soci, canoni di locazione di locali di proprietà della compagnia e altro) per i prossimi 3 mesi e quindi fino al  prossimo 15 giugno); contratti con regolazione premio e sospensione del recupero franchigie (per tutte le agenzie sarà disposto un ulteriore periodo di 60 giorni per i termini di incasso delle regolazioni premio, con mantenimento della provvigione di acquisto; inoltre, sarà disposta, con specifica comunicazione operativa, anche la sospensione temporanea per 60 giorni del recupero delle franchigie dovute); programmi di inserimento e sostegno della sottorete (per tutte le agenzie, la compagnia adotterà una particolare tolleranza sul rispetto dei parametri di realizzazione dei target, per tutti i programmi in cui è previsto un contributo economico della compagnia a fronte di risultati produttivi individuali; inoltre, la compagnia procederà comunque alle erogazioni o alla prosecuzione del programma per 3 mesi anche laddove i risultati non fossero al livello dei target previsti, fatta eccezione per quelle posizioni per le quali, già prima dell’emergenza si fosse registrata una significativa distanza dalla produzione attesa); modifica delle tempistiche di rimessa; sospensione delle attività di pruning portafoglio danni non auto, retail e imprese (fino al 31 luglio 2020).

AGENTI UNIPOLSAI ASSOCIATI (AAU) – In UnipolSai è stato costituito un comitato di crisi congiunto fra azienda e Agenti UnipolSai Associati (il monitoraggio del reale stato dell’arte avviene con cadenza settimanale). Gli iniziali interventi a favore della rete hanno riguardato: la sospensione del pagamento delle rate di rivalsa di marzo/aprile/maggio 2020 e lo slittamento delle stesse in coda al piano di ammortamento senza applicazione di ulteriori interessi (circa 12 milioni di euro); l’anticipo dei rappel vita ai primi giorni di aprile (circa 11 milioni di euro); l’anticipo ai primi giorni di aprile del 50% dei rappel rami elementari (stimato in circa 20 milioni di euro; il calcolo dell’anticipo verrà fatto considerando gli S/P non plafonati e senza tener conto della riduzione dell’obiettivo di budget in funzione del raggiungimento del piano vita); la sospensione per tre mesi del recupero delle provvigioni addebitate recentemente sui condomini e recupero provvigioni vita; il pagamento di tutti i contest 2019 al 31 marzo (circa 7,1 milioni di euro); il pagamento del contributo sinistri al 31 marzo (8 milioni di euro); l’anticipo dei contributi trimestrali alla rete specialistica.

C’è anche da registrare l’intervento rappresentato dal Programma straordinario di sostegno finanziario a tasso zero, che nei prossimi tre mesi erogherà alle agenzie UnipolSai oltre 100 milioni di euro, che potranno essere restituiti a partire da luglio 2021. Entro il 31 marzo arriverà alle agenzie la prima tranche, relativa al periodo 15 marzo – 30 aprile, per un importo superiore a 35 milioni di euro. UnipolSai ha inoltre deciso di sottoscrivere con UniSalute la copertura #AndràTuttoBene per tutti gli agenti e i loro dipendenti e collaboratori, con effetto retroattivo a decorrere dall’1 febbraio 2020. Al termine di questo periodo di crisi, la compagnia ha comunicato agli agenti che provvederà a rimodulare gli obiettivi assegnati alle singole agenzie adeguandoli al mutato scenario economico, con l’obiettivo di renderli raggiungibili.

CONFEDERAZIONE DEGLI AGENTI GENERALI DI ASSICURAZIONE DI GENERALI ITALIA (CONFAGI) – La Confederazione degli agenti generali di assicurazione di Generali Italia, che è costituita dagli ex agenti Ina Assitalia (Anagina), Lloyd Italico (Gaag) e una parte degli ex Toro (Unat), ha concordato con la mandante Generali Italia una serie di interventi alcuni dei quali già operanti: il congelamento delle rivalse per 6 mesi; l’anticipo della liquidazione degli incentivi nazionali e di tutti gli altri piani di sviluppo; l’esenzione  del pagamento delle partite finanziarie scadute e la proroga dei termini di incasso delle regolazioni premio per il recupero delle franchigie; il sostegno economico ai programmi di inserimento e sviluppo della sottorete. Inoltre, dal punto di vista amministrativo, si è deciso di riunire in una sola decade le ultime due di marzo oltre a consentire alcune agevolazioni per sospesi derivanti da incasso assegni.

ASSOCIAZIONE AGENTI ALLIANZ (AAA), GRUPPO AGENTI MILANO ALLIANZ (GAMA) E MILANO ASSICURAZIONI GRUPPO AGENTI PROFESSIONISTI (MAGAP) – Allianz compagnia ha annunciato nei giorni scorsi di aver messo in campo misure, per sostenere economicamente la propria rete agenziale, che ha definito «eccezionali», per un totale di 75 milioni di euro di liquidità. L’investimento è stato concertato con le tre rappresentanze degli agenti. Il pacchetto di misure include numerose iniziative, concordate con i tre gruppi agenti, tra cui: la sospensione delle rate di rivalsa; l’anticipazione della liquidazione al 20 marzo degli incentivi maturati nel 2019; l’anticipazione provvigionale calcolata in percentuale sul parametro dello stesso periodo del 2019; il potenziamento di strumenti in gestione degli agenti per dare copertura ai clienti; la remunerazione aggiuntiva per le emissioni effettuate con firma Otp. Sono allo studio ulteriori misure tecniche per supportare il business agenziale.

GRUPPO AGENTI DI ASSICURAZIONE TORO (GAAT) – Queste le misure adottate da Generali Italia e che hanno riguardato gli iscritti al Gruppo agenti di assicurazione Toro: l’immediata sospensione dell’addebito delle rate di rivalsa in
corso per 6 mesi; l’anticipo delle tempistiche di liquidazione degli importi di incentivazione dovuti sulla base dei risultati del 2019; la sospensione, per tutte le agenzie, del pagamento delle partite finanziarie scadute e dei piani di rientro concordati con la compagnia  per i prossimi 3 mesi; un ulteriore periodo di 60 giorni per i termini di incasso delle regolazioni premio, con mantenimento della provvigione di acquisto, per i contratti con regolazione premio e la sospensione temporanea per 60 giorni del recupero delle franchigie dovute; la formalizzazione dell’impegno ad adottare una particolare tolleranza sul rispetto dei parametri di realizzazione dei target, per tutti i programmi in cui è previsto un contributo economico della compagnia a fronte di risultati produttivi individuali; la modifica delle tempistiche di rimessa.

Il Gaat ha rimarcato inoltre l’ottenimento delle proroghe su contributi economici di accordi integrativi scaduti che dovevano terminare e che costituiscono per le agenzie Gaat una voce di bilancio ritenuta «importante». Il gruppo agenti auspica che questi contributi (diritti di emissione) possano essere prorogati almeno fino al prossimo 31 dicembre, così come ha chiesto alla mandante un contributo economico per singola agenzia parametrato sulle provvigioni maturate nei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2019.

UNIONE AGENTI AXA (UAA) – Il confronto fra la compagnia e l’Unione Agenti Axa è quotidiano. Il gruppo agenti, in merito alla richiesta di Tuttointermediari.it, non è entrata nello specifico, ma ha fatto sapere che i punti discussi (e concordati) con la mandante per sostenere le agenzie hanno riguardato, tra l’altro, la rivalsa, il recupero degli anticipi contributivi, la liquidazione Ambition e i rappel per l’anno 2019, l’incentivazione digitale 2018, le uscite dal programma di welfare advisor e business advisor, il recupero degli anticipi provvigionali welfare advisor, il piano subagenti in corso, i sinistri, la tutela della salute e il fondo straordinario per gli interventi a supporto delle agenzie.

GRUPPO AGENTI AVIVA (GAAV) – Per quanto riguarda la tutela economica degli intermediari, le misure messe in atto da Aviva ammontano a circa 25 milioni di euro. Ecco quali provvedimenti sono stati assunti: liquidazione del 50% del piano qualità 2019 entro fine marzo; lo slittamento della rimessa premi relativa alla prima quindicina di marzo e della seconda in un unico versamento con valuta 10 aprile 2020;  la sospensione del pagamento di tutte le partite di debito a carico degli agenti (le rate di rivalsa scadute a febbraio, marzo e aprile 2020 saranno posticipate in coda al piano concordato e se l’agente si rendesse disponibile a pagarle a fine 2020 non sarà applicato nessun interesse); la sospensione delle attività ispettive fino al prossimo 3 aprile 2020 (questo punto è da valutare in base all’evoluzione della crisi).

GRUPPO AGENTI CATTOLICA – L’elenco delle attività messe in atto da Cattolica Assicurazioni come provvedimenti di emergenza a sostegno delle agenzie, ha fatto sapere il Gruppo agenti Cattolica riguarda: la messa in copertura in deroga agenzia; la proroga del pagamento delle decadi; la procedura per l’incasso dei titoli da remoto; la proroga dei termini di mora per il pagamento dei premi danni: la proroga dei pagamenti dei premi vita; la sospensione del pagamento delle rate dei piani di rivalsa e di quelli finanziari di rientro; il sostegno alla rete secondaria (sospensione della misurazione della performance del mese di marzo 2020 e contestuale pagamento del contributo mensile pattuito); un alleggerimento delle azioni di pruning  (a sostegno della ridotta capacità di interazione con la clientela).

AGENTI GROUPAMA ITALIA (AGIT) – Agenti Groupama Italia ha chiesto (e ottenuto) alla compagnia misure economiche e operative. Nelle prime rientrano: un sostegno economico per le agenzie con «evidenti e acclarate» difficoltà economiche; l’anticipazione dell’erogazione dei rappel 2019; il congelamento delle rate di rivalsa, scadenti nel periodo; l’aumento dell’1% delle provvigioni per tutto il ramo danni non auto, per i mesi di marzo, aprile e maggio 2020.

Le misure operative riguardano: il blocco di tutte le operazioni di manutenzione portafoglio (disdette alle polizze plurisinistrate); il blocco di qualunque attività tesa a peggiorare l’operatività delle agenzie sia dal punto di vista tariffario, sia assuntivo; la proroga dei termini di pagamento delle regolazioni di premio; la sospensione dell’attività del recupero crediti e dell’invio dei solleciti delle rate in arretrato; la riduzione degli obiettivi di sviluppo inseriti nel piano delle incentivazioni 2020; la proroga dei termini di copertura assicurativa oltre i 15 giorni da codice civile, per tutto il ramo danni auto e non auto.

GRUPPO AGENTI SARA (GAS) – Sara ha stanziato un fondo  a sostegno finanziario della rete agenziale Sara Assicurazioni che arriva a 10 milioni di euro messo a disposizione per la durata del periodo di emergenza, con l’obiettivo di sostenere gli agenti per un periodo che può arrivare fino a tre mesi. Un importo pari a 250.000 euro è stato invece destinato come contributo economico a fondo perduto per l’acquisto di materiale di protezione e igienico-sanitario per consentire alle agenzie di  svolgere la propria attività tenendo aperti i punti vendita.

Il Gruppo agenti Sara, dal canto suo, ha avanzato alla mandante una serie di richieste: sospensione delle ispezioni amministrative al fine di evitare l’incremento del contagio; l’erogazione di un importo una tantum di 15.000 euro a sostegno delle agenzie che versassero in particolari situazioni critiche, come per esempio per la messa in quarantena di agenti o impiegati (previa istituzione di una apposita commissione mista gruppo agenti – compagnia); un contributo fino a 1.500 euro per mezzi di protezione acquistati direttamente dall’agente, quali paratie/divisorie da scrivania; la fornitura alle agenzie di materiale specifico come mascherine, dispenser e liquido igienizzante per la protezione del personale di agenzia e dei clienti; la messa a disposizione di agenti e personale di agenzia dell’assistenza Blue Assistance, attraverso un numero verde dedicato, per informazioni sanitarie da parte di un medico; in caso di agenzie all’interno di sedi/delegazioni Aci, fornitura diretta e predisposizione di misure di separazione  con pareti attrezzate per il contenimento del contagio; l’aumento temporaneo delle aliquote provvigionali su tutti i rami danni  in considerazione dei rischi e dei costi di mantenimento del servizio ai clienti da parte delle agenzie. In merito a quest’ultimo punto, Sara ha recentemente concesso, dal 26 marzo scorso al 31 maggio 2020 un incremento delle aliquote provvigionali su tutti i rami danni (+2% sulla nuova produzione auto e +1% sui rinnovi,+4% sulla nuova produzione rami elementari e +4%  sui rinnovi) limitatamente ai casi di pagamento diretto dei premi in home insurance da parte dei clienti con carta di credito sul conto corrente della compagnia; non è proprio quello che chiedeva il gruppo agenti, che ha rilanciato per l’estensione di questo aumento a tutti gli incassi, a prescindere dalla forma di pagamento prescelta.

GRUPPO AGENTI ITAS ASSICURAZIONI (GAIA) – Il Gruppo Agenti Itas Assicurazioni  ha ottenuto dalla mandate queste misure: la proroga del periodo di mora delle coperture danni (per l’auto vale quanto riportato nei recenti decreti) e vita; misure economiche di supporto alle agenzie (per esempio posticipazioni rimesse) che ne facessero richiesta e a quelle poste in regime di chiusura per quarantena; blocco del pagamento delle rivalse; contributo straordinario in proporzione al portafoglio per il periodo di emergenza; ridefinizione dei piani commerciali nel momento in cui risulti più chiaro il contesto socio-economico; il pagamento immediato dei rappel maturati dalle agenzie del 2019; la sospensione temporanea delle attività di disdetta per riforma.

GRUPPO AGENTI ASSICURATIVI AMISSIMA (GAAA) – Amissima ha predisposto un primo pacchetto di supporti «integrati e modulari», con l’obiettivo di supportare le agenzie dal punto di vista finanziario e operativo. Dal punto di vista finanziario vengono anticipati tutti i rappel di almeno 2 mesi e procrastinata la quasi totalità delle partite contabili di debito delle agenzie verso la compagnia. Sono stati sospesi anche i canoni di locazione marzo-aprile-maggio 2020 e snellite le procedure amministrative delle agenzie, sospendendo in automatico una serie di attività amministrativo-contabili. La compagnia ha previsto un prestito per sostenere i costi operativi straordinari (per esempio l’acquisto di apparecchiature per smart working per dipendenti/subagenti). La partnership con Banca Carige ha consentito anche una convenzione già operativa per un ulteriore prestito d’onore, non supportato da garanzie ed erogato in tempi brevi. È contemplato anche l’anticipo di liquidazione in particolari casi di «concreta e reale» crisi agenziale. Il pacchetto comprende anche anticipi di provvigioni e varie sospensioni di addebiti.

Dal punto di vista operativo c’è da segnalare il rafforzamento del patrimonio di dotazione tecnologica delle agenzie, con Virtual Pos (pay by link) disponibile per tutta la rete e  l’estensione dell’Otp a tutta la rete e la possibilità di ottenere una dotazione completa per lo smart working. È stata istituita una task force direzione commerciale allo scopo di garantire la continuità aziendale delle agenzie di dimensioni più familiari  in caso di crisi gestionale che renda impossibile l’erogazione del servizio. È stato inoltre attivato un servizio di Caring a distanza, con consulto medico e psicologico, dedicato ad agenti e subagenti. Questo quanto comunicato dalla compagnia. Si tratta di interventi, ha fatto notare il Gruppo agenti assicurativi Amissima, sollecitati dalla stessa rappresentanza e sui quali si è confrontata «ripetutamente» con la compagnia. Il gruppo ha sottolineato come quanto deliberato sia solo un «intervento iniziale, al quale dovranno necessariamente far seguito ulteriori implementazioni per sostenere le agenzie».

GRUPPO AGENTI REALE MUTUA (GAR) – La presidenza del Gruppo agenti Reale Mutua e  l’intera giunta sono in costante filo diretto con la direzione generale per monitorare la situazione e individuare tutte quelle ulteriori azioni che  dovessero rendersi necessarie per sostenere e supportare le agenzie. Le prime e più importanti misure adottate nei confronti della rete, ha fatto presente il Gar, hanno un impatto finanziario «significativo» e sono state stimate nell’ordine di circa  50 milioni di euro.

Ecco i provvedimenti adottati con riferimento alla rete: gli addebiti delle rate di rivalsa in corso sono posticipati di sei mesi; i termini di pagamento dei canoni di locazione di locali di proprietà della compagnia  scadenti nel corso del 2020 sono posticipati di sei mesi; anticipo del pagamento delle sovraprovvigioni e delle incentivazioni relative al 2019 (con i saldi gestionali di marzo invece che con quelli ordinari); per le regolazioni premio, scadenti entro il 30 giugno compreso, è ampliata di 60 giorni la tolleranza dei termini di invio dei dati parametrici di regolazione e dei termini di incasso; revisione dei termini per le partite finanziarie scadute e in scadenza (sono ampliati di 30 giorni i termini di registrazione dei sospesi di agenzia riferiti ad anticipazioni a favore di clienti per i mesi di marzo, aprile e maggio; sono inoltre posticipati di 6 mesi i termini di addebito delle rate relative ai finanziamenti in corso); sospensione delle azioni di riforma e di disdetta di portafoglio (per il mese di marzo); sospensione del recupero franchigie (per il mese di marzo); numero verde a disposizione delle agenzie (dedicato alle agenzie e ai suoi collaboratori, compreso i subagenti; il servizio è prestato da Blue Assistance, per contattare direttamente un medico per informazioni e approfondimenti specifici sul coronavirus Covid-19 e comprende anche un servizio di consulenza psicologica gratuita con uno specialista in psicoterapia dell’emergenza); sostegno della sottorete (Reale Mutua valuterà con la «dovuta tolleranza» la produzione utile per il raggiungimento delle incentivazioni per i piani di sostegno della sottorete).

ASSOCIAZIONE GRUPPO AGENTI ITAS – L’Associazione Gruppo agenti Itas ha sottolineato a Tuttointermediari.it come il confronto con la mandante sia stato «intenso, corretto e costruttivo»; compatibilmente con la situazione in atto, la rappresentanza ha «”smarcato” una serie di provvedimenti che fungono da primo ammortizzatore a favore dei soci assicurati e delle agenzie».​ Per quanto riguarda le singole richieste, il gruppo agenti ha precisato che «sono simili a quelle adottate dal mercato e da altri gruppi agenti». Da segnalare «l’introduzione di uno speciale budget da 2 milioni di euro stanziato a bilancio per anticipi provvigionali a sostegno delle agenzie che necessitino di un supporto economico a causa della crisi». Il gruppo agenti e la mandante continuano a monitorare la situazione in tempo reale al fine di porre in essere tutte le misure necessarie in funzione dell’evolversi dell’emergenza.

GRUPPO AGENTI VITTORIA (GAV) – Le iniziative che il Gruppo Agenti Vittoria ha concordato con la mandante sono il frutto «di un lavoro congiunto in risposta alla totalità delle richieste» avanzate dalla rappresentanza. Per le agenzie è stato concordato: la sospensione delle rivalse fino al prossimo 31 dicembre; la sospensione delle partite non assicurative, almeno fino al prossimo 30 settembre; l’anticipo del 90% degli incentivi maturati nel 2019 (già pagati il 16 marzo); la remunerazione aggiuntiva straordinaria a sostegno di tutte le agenzie fino al 31 dicembre 2020; l’utilizzo massivo di tutti gli strumenti informatici messi a disposizione per gestire la relazione con i clienti da remoto (in particolare: l’utilizzo dell’App MyVittoria per fare incassi dei premi, di whatsapp per scambiare la documentazione precontrattuale, della firma digitale Otp per perfezionare i contratti).

GRUPPO AGENTI ITALIANA ASSICURAZIONI (GAAI) – Le attività di confronto con la dirigenza della compagnia sono quotidiane. Ecco le agevolazioni che riguardano le agenzie iscritte al Gruppo agenti Italiana Assicurazioni: proroga per il periodo di mora; agevolazione sui piani di rientro delle rivalse in corso; differimento del pagamento dei canoni di locazione immobiliare; corresponsione delle sovraprovvigioni e delle incentivazioni di fine anno relative al 2019 in maniera immediata; agevolazione per contratti con regolazione premio; revisione dei termini per le partite finanziarie scadute e in scadenza; sospensioni temporanea di azioni di riforma di portafoglio; sospensione temporanea recupero franchigie; numero verde a disposizione delle agenzie;

Il Gaai ha presentato anche richieste di disponibilità a erogazioni straordinarie che ad oggi non hanno ancora trovato una giusta definizione, né circa le modalità di erogazione, né tantomeno sui contenuti.

UNIONE NAZIONALE INTERMEDIARI TUA (UNIT) – L’Unione nazionale intermediari Tua Assicurazioni ha avanzato alla mandante queste richieste: estensione del periodo di tolleranza per le polizze in scadenza; sospensione del pagamento delle rivalse per un anno; messa a disposizione, o segnalazione, di aziende specializzate nella sanificazione e bonifica dei locali; concordare la data delle ispezioni amministrative, qualora non fossero già state sospese; erogazione di un importo una tantum di importo da valutare a sostegno delle agenzie che versassero in particolari situazioni critiche (per esempio per la messa in quarantena di agenti o impiegati); contributo da concordare per mezzi di protezione acquistati direttamente dall’agente, quali paratie/divisorie da scrivania; fornitura alle agenzie, se reperibile, di materiale specifico come mascherine, dispenser e liquido igienizzante; anticipare il più possibile i conteggi e l’erogazione delle incentivazioni 2019.

I riscontri della compagnia sono stati questi: anticipo forfettario liquidazione dei rappel 2019 (accordo di sviluppo agenziale) entro il 7 aprile 2020 pari all’1% dei premi imponibili incassati (ferma la regolazione positiva/negativa nel mese di giugno) per tutte le agenzie che hanno fatto riscontrare un S/P 2019 in linea con gli obiettivi di rappel; rate di rivalsa 2020 sospese per tutte le agenzie fino a nuova comunicazione; l’addebito di tutte le partite non tecniche dell’agenzia (per esempio quota Fondo Pensione) verrà posticipato al secondo semestre 2020.

GRUPPO AGENTI HELVETIA (GAH) – Le misure messe in atto da Helvetia per sostenere le agenzie sono queste: il pagamento di tutte le incentivazioni danni e vita 2019 e del contributo apertura sinistri con le partite non assicurative di marzo; lo spostamento in coda al piano definito delle eventuali rate di rivalsa danni e vita aventi scadenza nei mesi da marzo a giugno 2020, fermo il diritto della compagnia di ottenerle dall’agenzia qualora dimissionaria prima dell’effettivo incasso delle stesse; l’incentivazione incassi auto, retail e Pmi oggetto di specifica e separata comunicazione (1% sui premi incassati da marzo a giugno: da valutare e riconcordare nei termini a fine aprile); in ambito contributi alla sottorete proroga da fine marzo a fine aprile 2020 della prima verifica del risultato parziale.

Fabio Sgroi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scroll to top
TuttoIntermediari