CARTE CONTACTLESS: SEGNALAZIONE DI ANAPA A BANKITALIA E ANTITRUST SU SOSPETTE ANOMALIE

16 Gennaio 2020

L’associazione presieduta da Vincenzo Cirasola denuncia i costi «ingiustificati» e la «scarsa» trasparenza di questi strumenti di pagamento.  

La sede di Anapa Rete ImpresAgenzia

«Anomalie nei pagamenti con Pos, costi ingiustificati e scarsa trasparenza». Sono solo alcuni degli elementi portati all’attenzione di Banca d’Italia da parte di Anapa Rete ImpresAgenzia, attraverso una segnalazione dell’avvocato Raffaella Grisafi dello studio legale Iurilli, e portata a conoscenza anche dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato. L’iniziativa è stata resa nota oggi, attraverso un comunicato diramato dall’associazione presieduta da Vincenzo Cirasola.

La segnalazione «mette in risalto ciò che è emerso dall’indagine condotta da Anapa presso i propri associati nel corso del 2019, dal quale si evidenziava una profonda anomalia nella gestione dei pagamenti tramite le carte di nuova generazione, cosiddette contactless». Nella fattispecie, gli associati che si trovavano ad accettare pagamenti effettuati con carte bancomat di nuova generazione dotate di tecnologia contactless, «non potevano selezionare il circuito bancomat, ma si vedevano imposto il reindirizzamento sul circuito carta di credito/internazionale con l’applicazione delle relative commissioni, molto più onerose per gli utenti».

Per Cirasola si tratta di un’anomalia «gravissima che crea un danno enorme per la categoria e per gli utenti, i quali si vedono applicare le commissioni tipiche del circuito carta di credito anche se la transazione di pagamento è quella classica di una carta di debito, minando la fiducia che i consumatori rivolgono a questa tipologia di pagamento e agli agenti».

Fabio Sgroi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scroll to top
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!