27 agosto 2018 18:18

ODDONE: «LA IDD? FARA’ MOLTO BENE AL SETTORE ASSICURATIVO E QUALIFICHERA’ ANCORA MEGLIO LA FIGURA DELL’INTERMEDIARIO»


Il responsabile marketing & distribution di Alleanza Assicurazioni (gruppo Generali): «La nostra compagnia ha avuto modo di prepararsi con grande anticipo cercando di focalizzarsi sull’approccio dell’intermediario verso il cliente».
 

Marco Oddone

«La nuova Insurance distribution directive (Idd, ndr)? Sono estremamente convinto che questa normativa farà molto bene al settore assicurativo per diverse ragioni: dal punto di vista distributivo sono certo che contribuirà enormemente a innalzare la professionalità di chi opera nel nostro settore e quindi sarà un impulso a qualificare ancora meglio la figura dell’intermediario assicurativo». È questo il pensiero di Marco Oddone, responsabile marketing & distribution di Alleanza Assicurazioni (gruppo Generali), intervenuto a un recente convegno organizzato da Le Fonti qualche settimana fa a Milano, nell’ambito di Le Fonti New Insurance Day (il tema principale era Le nuove sfide del settore assicurativo).

Per Oddone, dunque, l’effetto della nuova direttiva sulla distribuzione, quindi, sarà positivo. Una normativa su cui la compagnia del gruppo Generali non si farà trovare impreparata se è vero, come ha avuto modo di spiegare lo stesso Oddone, che «abbiamo avuto modo di prepararci con grande anticipo cercando di focalizzarci sull’approccio dell’intermediario verso il cliente, attraverso i processi di digitalizzazione che rappresentano uno degli elementi importanti per potere governare anche la qualità».

Oddone ha poi posto l’accento sul tema della professionalità: «Alleanza, in questi anni, ha investito tantissimo nella formazione della rete di vendita: in particolare sono state oltre un milione le ore di formazione erogate nel 2017 e sono state oltre 40.000 quelle dedicate specificamente all’apprendimento di quella che è la nuova normativa. L’investimento ha riguardato proprio il cambio di mentalità, con una formazione che, oltre alla parte tecnica, ha avuto un focus particolare sull’approccio e sul ruolo dell’intermediario in un nuovo contesto di mercato e quindi il passaggio dal prodotto al bisogno del cliente. Non è un percorso facile perché è richiesto un cambio di mentalità importante», ha detto.

Fabio Sgroi

© RIPRODUZIONE RISERVATA