10 agosto 2018 17:57

GLI AGENTI SANZIONATI A MAGGIO DALL’IVASS SONO 14. LA MULTA PIU’ ALTA E’ DI 30.000 EURO


Raffica di multe da parte dell’istituto di vigilanza, dopo che ad  aprile nessun iscritto alla sezione A era stato colpito.  E fra le violazioni commesse c’è anche il mancato controllo dell’attività di intermediazione svolta da propri subagenti. 
 

Nello scorso bollettino di aprile, l’Ivass non aveva comminato nessuna sanzione nei confronti degli agenti. A maggio, invece, le ordinanze relative a multe inflitte a iscritti alla sezione A del Rui sono state ben 14.

L’ammenda più alta in termini di importo (30.000 euro) è stata comminata all’indirizzo della società Andreose Assicurazioni snc di Andreose Gino & C., con sede legale a Este (Padova), per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 2 occasioni e per il mancato rispetto delle regole di separazione patrimoniale.

Un’altra società, Oliva & Malandrino Consulting srl, con sede in via Vico ad Agropoli (Salerno), si è vista appioppare una sanzione pecuniaria di 6.000 euro per mancato controllo dell’attività di intermediazione assicurativa svolta da propri subagenti, mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e irregolare compilazione dei questionari di adeguatezza.

La mancata comunicazione all’Ivass, nei termini previsti, della cessazione di rapporti di collaborazione, è costata cara, invece, ad Anna Rocchi (ordinanza recapitata presso la residenza di Rocca Massima, Latina), a cui l’istituto di vigilanza ha comminato una multa di 5.500 euro.

Una sanzione di 3.000 euro ciascuno, poi, è stata inflitta a Mario Zaccaria, agente di Trezzo sull’Adda (Milano), per mancata comunicazione all’Ivass, nei termini previsti, della cessazione di rapporti di collaborazione, Giampiero Noto, con sede operativa a Milazzo (Messina) e Briccoli e Foiadelli snc, con sede legale in via Vitali a Ponte San Pietro (Bergamo), per mancata comunicazione all’Ivass, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione.

C’è anche una multa di 2.333,33 euro all’indirizzo di Nicola Milia (ordinanza inviata presso la residenza di Monserrato, Cagliari), per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 2 casi, per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e per mancato rispetto degli obblighi di conservazione della documentazione assicurativa.

Inoltre, per mancata comunicazione all’istituto di vigilanza, nei termini previsti, della cessazione del responsabile dell’attività di intermediazione, la società Assitiber Group di Ivano Moretti & C. sas (sede a Città di Castello, Perugia) è stata sanzionata con una ammenda di 2.000 euro.

Infine, l’Ivass ha sanzionato con una multa di 1.000 euro ciascuno le società D’Elia Assicurazioni sas di D’Elia Paolo & C. (con sede in via Provinciale a Teggiano, Salerno), Sordini Sartori srl (con sede a piazza Castello a Milano) e Fratelli Stanziano snc di Domenico, Marina e Olga Stanziano (con sede in corso Umberto I a Torre Annunziata, Napoli) per mancata comunicazione all’Ivass, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione, Vincenzo Cioffoletti (in concorso, nell’ambito di una ordinanza, inviata presso la residenza di Salerno, che ha riguardato anche il subagente Stefano Cioffoletti) per il ricorso, nell’esercizio dell’attività di intermediazione, all’opera di un soggetto in assenza della preventiva iscrizione al Rui quale proprio collaboratore, Franca Doino, agente di Sanremo (Imperia), per mancata comunicazione all’Ivass, nei termini previsti, dell’avvio dell’operatività dell’attività in forma individuale con correlata copertura assicurativa della responsabilità civile e Unica srl, con sede a Milano, per mancata comunicazione all’Ivass, nei termini previsti, della cessazione del responsabile dell’attività di intermediazione. (fs)

© RIPRODUZIONE RISERVATA