9 agosto 2018 18:05

BOLLETTINO IVASS DI MAGGIO 2018: SANZIONE DI QUASI 74.000 EURO A UNIPOLSAI


La compagnia con sede a Bologna è stata la più multata (in termini di importo). Ecco perché.  

Nel bollettino Ivass dello scorso mese di maggio la compagnia più sanzionata (in termini di importo) è stata UnipolSai. La multa complessiva per la società di via Stalingrado è stata pari a 73.970 euro (18 ordinanze in tutto).

Le infrazioni commesse da UnipolSai hanno riguardato gli articoli 146 (diritto di accesso agli atti) del Codice delle assicurazioni private (Cap) e 5 del decreto ministeriale 191/2008 (disciplina del diritto di accesso dei contraenti e dei danneggiati agli atti delle imprese di assicurazione esercenti l’assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, di cui all’articolo 146 del Cap); l’articolo 148 (procedura di risarcimento) del Cap e gli articoli 149 (procedura di risarcimento diretto) e 150 (disciplina del sistema di risarcimento diretto) del Cap e 8 del Decreto del Presidente della Repubblica 254/2006 (regolamento recante la disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale a norma dell’articolo 150 del Cap).

Entrando nel dettaglio, UnipolSai è stata multata per il mancato accoglimento, entro il termine di 60 giorni, della richiesta di accesso agli atti di fascicoli di alcuni sinistri Rc auto e per il mancato rispetto, sempre per alcuni sinistri del ramo Rc auto, dei termini per la formulazione e la comunicazione dei motivi di diniego dell’offerta di risarcimento (anche diretto) al danneggiato.

Fabio Sgroi

© RIPRODUZIONE RISERVATA