9 agosto 2018 16:53

POLIZZE FIDEIUSSORIE FALSE: LE PRECISAZIONI DI LEV INS


La compagnia bulgara, che in Italia opera nel ramo cauzione, prende le distanze dai casi di polizze irregolari commercializzate in Italia.  

Sono stati riscontrati casi di commercializzazione di polizze fideiussorie false intestate alla società Lev Ins (nella foto, il logo), impresa assicurativa con sede legale in Bulgaria, sottoposta alla vigilanza dell’autorità del Paese di origine (Fsc, Financial supervision commission), e abilitata a operare in Italia in regime di libera prestazione di servizi (cioè senza una sede stabile) nel ramo danni 15 – cauzione, nell’ambito del quale rientra il rilascio di polizze fideiussorie. È quanto segnalato dall’Ivass.

Lev Ins ha comunicato che non ha emesso, né sta emettendo, polizze fideiussorie in Italia e di essere venuta a conoscenza della circolazione nel nostro Paese  di documenti e polizze fideiussorie false recanti segni distintivi dell’impresa e sottoscrizioni mai apposte dai suoi legali rappresentanti.

Una di queste polizze, ha fatto presente l’istituto di vigilanza, sarebbe stata proposta tramite il sito www.assiroyal.it non riconducibile ad alcuna impresa o intermediario assicurativo e già segnalato da Ivass in passato.

Lev Ins ha precisato di non avere sul territorio italiano né rappresentanti, né agenti per la vendita dei propri prodotti. L’impresa ha, inoltre, comunicato che l’eventuale stipulazione, o il possesso, di polizze fideiussorie recanti l’intestazione Lev Ins comporta per i contraenti e per i beneficiari l’insussistenza della copertura assicurativa. (fs)

© RIPRODUZIONE RISERVATA