13 giugno 2018 11:50

BOLLETTINO IVASS DI MARZO 2018: GENERALI ITALIA E’ LA PIU’ SANZIONATA


L’istituto di vigilanza ha comminato alla compagnia con sede a Mogliano Veneto una multa complessiva di quasi 60.000 euro, risultato di 7 ordinanze.

In tutto 7 ordinanze per un totale di 59.566 euro di sanzione. Generali Italia è risultata la compagnia più multata (in termini di importo) dall’Ivass nel bollettino di marzo scorso.

In particolare, le infrazioni commesse dalla compagnia con sede a Mogliano Veneto hanno riguardato gli articoli 141 (risarcimento del terzo trasportato) e 148 (procedura di risarcimento) del Codice delle assicurazioni private (Cap); gli articoli 146 (diritto di accesso agli atti) del Cap e 5 del decreto ministeriale 191/2008 (disciplina del diritto di accesso dei contraenti e dei danneggiati agli atti delle imprese di assicurazione esercenti l’assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, di cui all’articolo 146 del Codice delle assicurazioni private); l’articolo 183 (regole di comportamento) comma 1, lettera A (nell’offerta e nell’esecuzione dei contratti le imprese e gli intermediari devono comportarsi con diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti dei contraenti e degli assicurati) del Cap.

Entrando nel dettaglio, Generali Italia è stata multata per il mancato rispetto, per alcuni sinistri del ramo Rc auto, dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato, ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa; il mancato accoglimento, entro il termine di 60 giorni, della richiesta di accesso agli atti di un fascicolo di un sinistro Rc auto; la mancata liquidazione, entro il termine di 30 giorni previsto dalle condizioni di contratto, di prestazioni assicurative relative a 6 polizze vita. (fs)

© RIPRODUZIONE RISERVATA