22 maggio 2018 13:37

AMISSIMA E LA STRATEGIA NEI DANNI: NON SOLO UNA NUOVA TARIFFA NELL’AUTO, MA ANCHE…


La compagnia prosegue il suo percorso di crescita e di trasformazione. Scontistica, rami elementari, Pmi, cauzioni e sinistri. Ecco come si muoverà l’impresa nel 2018. 

 

Una nuova tariffa auto e un piano prodotti in continua evoluzione. Ma anche la riorganizzazione della struttura sinistri. Amissima prosegue il suo percorso di crescita e di trasformazione anche nel 2018. Dall’1 maggio scorso è in commercio la nuova polizza auto Dynamica Motor, che prevede l’utilizzo di una tariffa che la compagnia ha definito «più tecnica e sviluppata usando dei modelli statistici che tengono conto di tutte le correlazioni tra numerosissime variabili, alcune delle quali innovative». Si tratta di variabili legate per esempio alla storia assicurativa, al veicolo, all’intestatario/locatario, alla posizione creditizia per ogni singolo cliente, alle caratteristiche del contratto.

Amissima ha fatto un test sulla nuova produzione dell’ultimo anno, raffrontata con i prezzi di mercato, da cui è emerso che, «con la nuova tariffazione, dovremmo essere competitivi circa per i due terzi dei profili di rischio». Oltre alla tariffa tecnica, la compagnia ha inserito degli sconti tecnici per tipologia di profilo (entro il 2018 saranno estesi anche alle garanzie accessorie alla Rc auto). In pratica, «il sistema propone in modo automatico delle scontistiche che non vanno a erodere il montesconti». Previste inoltre agevolazioni per i clienti fidelizzati (dopo la migrazione a Pass). Per quanto riguarda il capitolo convenzioni e i relativi sconti, l’intenzione di Amissima è quella di «mantenere la convenzione il più possibile», previa verifica di una «effettiva non rischiosità».

RAMI ELEMENTARI – Quella dei rami elementari è l’area su cui la compagnia «intende assolutamente crescere e rafforzare le competenze». Amissima sta lavorando, in chiave assuntiva, per avere linee guida semplificate e limiti riportati nei singoli prontuari di vendita e inseriti «a sistema». Il riferimento è ai prodotti Casa Total Relax (abitazione), Fabbricato (condominio) e Protezione Relax (infortuni). Per quanto riguarda l’area delle Pmi, è in previsione il lancio di un nuovo prodotto multi garanzia «completamente tariffato e automatizzato», che prevede un innalzamento del numero di addetti da 10 a 15, con fatturato di 2 milioni e mezzo, coprendo in questo modo «una buona percentuale di categorie merceologiche»

Sulle cauzioni, Amissima ha predisposto delle linee guida su una serie di garanzie con coperture che già coprono circa il 90% della produzione degli ultimi tre anni. La compagnia ha indicato quelli che sono i rischi “graditi” (garanzie per appalti pubblici, trasporto transfrontaliero di rifiuti, iscrizione albo nazionale gestori ambientali, concorsi a premio, queste tipologie di garanzie compongono il 60% del portafoglio Amissima) e i rischi “non graditi”: edilizia (concessioni edilizie, esecuzione opere di urbanizzazione, rateizzazione oneri di urbanizzazione e costo di costruzione, garanzie ex lege 210/2004) pagamento (garanzie di pagamento, garanzie doganali, contratti di locazione, contratti di compravendita), rifiuti (gestioni di impianti di smaltimento rifiuti, cave).

Amissima tiene a precisare che «su tutta la linea rami elementari, comunque, è disponibile sui clienti globali a valutare delle eccezioni. Ovviamente sarà necessario avere una istruttoria completa». Entro la fine di quest’anno la compagnia prevede di rilasciare tutto il nuovo catalogo rami elementari su Pass.

SINISTRI – Anche il settore sinistri è interessato a una riorganizzazione. Gli interventi della compagnia riguardano in particolare: il rafforzamento e l’accorciamento della struttura preposta, riducendo i livelli tra la direzione e i centri di liquidazione esterni; la specializzazione dei carichi per tipologia di sinistro (da gennaio scorso è stato creato un centro di liquidazione infortuni e malattia e nel corso dell’anno saranno divisi i sinistri del ramo Rc generale); l’introduzione di un portale fiduciari per agevolare la pronta liquidazione; il contrasto alle frodi attraverso team dedicati e nuovi software specifico; un focus sulla misurazione di indicatori tecnici e gestionali». Per la compagnia, «la collaborazione tra compagnia e agenzie è fondamentale per il contenimento dei costi e il miglioramento del livello di servizio».

Fabio Sgroi

© RIPRODUZIONE RISERVATA