16 aprile 2018 12:33

DUAL ITALIA: ECCO LA NUOVA VERSIONE DELLA POLIZZA CYBER


Il prodotto, lanciato tre anni fa dall’agenzia di sottoscrizione, è stato sottoposto a un profondo restyling e si pone l’obiettivo di proteggere l’impresa dai rischi informatici.   

Nel corso dell’ultimo Winter Roadshow 2018 dedicato agli intermediari, Dual Italia (agenzia di sottoscrizione di assicurazione e riassicurazione del gruppo Hyperion Insurance) ha presentato, fra gli altri prodotti, la nuova versione della polizza Dual Cyber, lanciata tre anni fa. Il prodotto, che è stato sottoposto a un profondo restyling, si pone l’obiettivo di proteggere l’impresa dai rischi informatici e prevede sia il risarcimento verso terzi, sia l’indennizzo dell’assicurato.

Dual Cyber (la capacità assicurativa è 100% Great Lakes Insurance SE, società del gruppo Munich Re) si rivolge a tutte le società (micro, piccole o medie imprese) che esercitano la loro attività in ambito produttivo, commerciale o dei servizi, e ai singoli professionisti, studi e associazioni professionali (in modalità tailor made si possono assicurare anche società finanziarie come per esempio le banche).

La polizza offre una tutela dai rischi informatici, cioè in caso di errore e/o omissione e/o negligenza e/o violazione da parte dell’assicurato (collaboratori e fornitori) e in caso di attacco cyber, con conseguenze che possono essere: violazione dei dispositivi di sicurezza; furto e/o alterazione e/o divulgazione e/o cancellazione e/o danneggiamento o distruzione di dati elettronici; interruzione di attività; accesso e/o utilizzo non autorizzato del sistema informatico; alterazioni e/o danneggiamenti che guastino e/o danneggino sistemi informatici (assicurato/terzi); trasmissione di malware a terzi; estorsione cyber.

Una delle novità della nuova versione è la presenza di garanzie opzionali. La copertura base (con garanzie sempre operanti) riguarda il risarcimento verso terzi (violazioni della normativa in materia di protezione dei dati personali; violazioni della sicurezza informatica; spese legali) e l’indennizzo dell’assicurato (con riferimento alle spese per: investigazione origine attacco; gestione dell’emergenza; notifica dei dati violati; recupero dei dati elettronici; decontaminazione del sistema informatico; ripristino dei dati e accesso al sistema in caso di estorsione).

E veniamo adesso alle garanzie opzionali, che sono quattro: danni da interruzione dell’attività (prevede una diaria per ogni giorno di inattività totale o parziale, calcolata sul margine di contribuzione, con un sottolimite di 180 giorni); danni reputazionali e Rc da attività multimediale (in conseguenza di divulgazione di testi, immagini video o audio su pagine web, social media, e-mail);   cyber-crime / crimine informatico (indennizzo di importi illegalmente sottratti), violazione di Payment card industry e Data security standard.

Mauro Semenza, underwriting director financial lines di Dual Italia, presenta il prodotto Dual Cyber durante la tappa di Milano del Winter Roardshow 2018.

In caso di richieste di risarcimento, la garanzia è prestata nella forma claims made, mentre in caso di indennizzo nella forma loss occurence. Per quanto riguarda la validità temporale della forma claims made, la polizza prevede: retroattività illimitata; postuma gratuita di 12 mesi per cessazione attività; postuma fino a 60 mesi con sovrappremio.  È possibile scegliere tra diversi limiti di indennizzo, che vanno da un minimo di 25.000 euro a un massimo di 1.500.000 euro. Oltre quest’ultimo limite le quotazioni sono riservate alla direzione. La franchigia è pari a 1.000 euro per la copertura Rc e da zero a 1.000 euro per la copertura indennitaria.

La polizza è emessa per la durata di un anno, con tacito rinnovo anche in presenza di sinistri, con adeguamento del premio in caso di modifiche del fatturato che determinano il passaggio a una nuova fascia tariffaria. Esclusioni principali: frode, atto doloso o omissione intenzionale dell’assicurato; multe, ammende e sanzioni dirette; danni corporali o materiali; Rc contrattuale; dichiarazioni false e/o inesatte; brevetti/segreti industriali; miglioramenti al sistema informatico.

Infine, fra le novità contenute nella nuova versione, il cambio del service provider che fornisce il servizio di assistenza (ora Dual si serve della società Dxc Technology) e l’estensione territoriale della polizza al mondo intero. (fs)

© RIPRODUZIONE RISERVATA