29 marzo 2018 12:08

SCONTI OBBLIGATORI RC AUTO: L’IVASS EMANA L’ATTESO REGOLAMENTO


Il provvedimento riguarda i criteri e le modalità per la determinazione, da parte delle compagnie, della scontistica applicata alla Rc auto. Agevolazioni sono previste anche per chi risiede in 29 province. Ecco quali sono.  

L’Ivass ha emanato il Regolamento relativo ai criteri e alle modalità per la determinazione, da parte delle imprese di assicurazione, degli sconti obbligatori Rc auto (Regolamento n. 37 Ivass del 27 marzo 2018). Il Regolamento è emanato in attuazione dell’articolo 132-ter, commi 2 e 4 del Codice delle Assicurazioni Private, introdotto dall’articolo 1, comma 6, della Legge 4 agosto 2017, n. 124 – recante la Legge annuale per il mercato e la concorrenza che disciplina l’applicazione di sconti obbligatori significativi sulle polizze di Rc auto in presenza di determinate condizioni. Nel dettaglio, la norma prevede due tipi di sconto obbligatorio.

Il primo, su proposta dell’impresa e previa accettazione degli assicurati, riguarda l’esistenza di almeno una delle tre condizioni riportate nel comma 1 dell’articolo 132 ter: ispezione preventiva del veicolo, a spese dell’assicuratore; installazione o presenza sul veicolo (se portabili) di meccanismi elettronici che ne registrano l’attività, quali la scatola nera o equivalenti; installazione o presenza sul veicolo di meccanismi elettronici che impediscono l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge per la conduzione di veicoli a motore.

Il secondo tipo di sconto, definito “aggiuntivo”, si applica ai soggetti che, negli ultimi quattro anni, non hanno provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria (e che quindi, nel periodo di osservazione, abbiano raggiunto nel complesso una quota di responsabilità minoritaria (non superiore al 49%) purché abbiano installato o installino meccanismi elettronici che registrino l’attività del veicolo, quali la scatola nera o equivalenti, e risiedano nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato, individuate dall’Ivass (dati e informazioni relativi al portafoglio diretto italiano del ramo Rc auto già disponibili presso l’istituto e quelli, fondamentali per le analisi, forniti da un campione di imprese ampiamente rappresentativo del mercato Rc auto).

Ecco la lista delle province a maggiore tasso di sinistrosità individuata dall’Ivass: Bari, Barletta-Andria-Trani, Benevento, Bologna, Brindisi, Caserta, Catania, Catanzaro, Crotone, Firenze, Foggia, Genova, La Spezia, Latina, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Messina, Napoli, Palermo, Pisa, Pistoia, Prato, Reggio Calabria, Rimini, Roma, Salerno, Taranto e Vibo Valentia.

Il Regolamento pone anche le premesse per lo svolgimento delle attività di monitoraggio future sul rispetto dei criteri e delle modalità di applicazione degli sconti prevedendo specifici adempimenti a carico dell’impresa, con riferimento, in particolare, alla funzione attuariale e alla funzione di verifica della conformità.

Il Regolamento n. 37 dell’Ivass del 27 marzo 2018 entra in vigore il novantesimo giorno dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Fabio Sgroi

© RIPRODUZIONE RISERVATA