12 marzo 2018 18:38

INNOVAZIONE, TRASFORMAZIONE E CRESCITA AL CENTRO DELLA CONVENTION DI AON


La quarta edizione si è svolta venerdì scorso ancora presso la cornice della Comunità di San Patrignano.  

Venerdì scorso si è svolta la quarta edizione della convention (biennale) di Aon (gruppo attivo in Italia e a livello mondiale nella consulenza dei rischi e delle risorse umane, nell’intermediazione assicurativa e riassicurativa) dal titolo Made in future (nella foto, un momento dei lavori)

Per il terzo anno consecutivo, Aon ha scelto come location la cornice della Comunità di San Patrignano, al cospetto di oltre 1.100 dipendenti provenienti dalle 22 città italiane in cui Aon è presente.

La convention, che ha visto la partecipazione naturalmente di Carlo Clavarino, executive chairman di Aon Risk Solution Emea, nonché presidente della Fondazione San Patrignano, che ha richiamato l’attenzione sulla forte identità del gruppo, si è articolata su tre temi chiave: innovazione, trasformazione e crescita.

Dopo il videomessaggio di Greg Case, ceo di Aon Plc e un breve intervento di John Cullen, ceo di Aon Risk Solutions Emea, si sono svolte tre tavole rotonde in cui i top manager di Aon, Enrico Vanin, Andrea Parisi e Federico Casini, sono stati affiancati da spokesperson di aziende italiane (tra cui Elica, Altea Federation, Generali Welion, Aig, Luciana Mosconi, Paypal, Plick, Centro Medico Sant’Agostino e l’Associazione Anra), che hanno portato il proprio contributo ed esperienza.

I partecipanti hanno avuto, inoltre, l’opportunità di ascoltare un intervento di Claudio Costamagna, presidente di Cassa Depositi e Prestiti, mentre special guest è stato Giovanni Soldini, il navigatore italiano che il 23 febbraio scorso ha battuto il record della traversata Hong-Kong-Londra, un’impresa supportata anche da Aon. L’evento si è concluso con una premiazione dei dipendenti che si sono distinti per professionalità, per nuovi progetti e per obiettivi raggiunti. (fs)

© RIPRODUZIONE RISERVATA