11 gennaio 2018 20:25

IN AUMENTO LA FREQUENZA DEI SINISTRI RC AUTO


Nel primo semestre 2017 l’incremento è stato quasi dell’1%. Il riferimento è ai sinistri accaduti, escludendo, quindi, quelli denunciati tardivamente. La situazione per tipologia di veicoli.
 

Nei primi sei mesi del 2017, la frequenza dei sinistri Rc auto accaduti, escludendo quelli che vengono denunciati tardivamente, è risultata in aumento (+0,9%), raggiungendo un valore pari a 5,65% (5,60% nel 2016). È quanto ha fatto sapere l’Ania elaborando la statistica trimestrale a cui ha aderito la quasi totalità delle compagnie assicurative.

Se si esclude il settore delle autovetture a uso privato, che ha mostrato una frequenza sostanzialmente invariata (6,14%) rispetto al primo semestre del 2016, per le altre tipologie di veicoli l’indicatore tecnico è risultato invece in aumento. Nel dettaglio è il settore dei motoveicoli quello che ha segnato l’incremento più elevato (+7,3%), con una frequenza sinistri che ha raggiunto il valore del 3,13%. Anche per gli autocarri è stato rilevato un aumento del 3,5%, con un valore della frequenza sinistri pari a 5,86%.

Il costo medio dei sinistri accaduti e liquidati nel primo semestre del 2017 (i cosiddetti “sinistri gestiti di generazione corrente”) è stato pari a 1.558 euro (+1,3% rispetto al 2016). L’indicatore è risultato in aumento per tutte le principali tipologie di veicoli: +1,6% per le autovetture a uso privato (1.547 euro) e +0,3% per i motoveicoli (1.476 euro) e gli autocarri (1.637 euro). (fs)

© RIPRODUZIONE RISERVATA